Sotto il vestito, Meghan

Contemporanea all’annuncio delle nozze ma ben più deflagrante, è arrivata la notizia che il sito dell’azienda che produce il cappottino bianco della fidanzata ormai ufficiale di Harry è bloccato dallo tzunami di accessi. Come a dire che ora le regole le fa lei. Meghan che, a ben vedere, le ha proprio tutte. E’ più anziana di Harry, bi-razziale come si è definita e pure divorziata. La polpetta, insomma, più indigesta per la corona dai tempi di Wallis Simpson. Eppure. Eppure il sito si è intasato, come a dire che tutte vogliono essere come lei. E com’è Meghan?. Da qui alla primavera se ne diranno parecchie, dalla mamma insegnante di yoga alle pose un pò troppo osè. Ma noi per ora ci fermiamo allo stile.

Sembra avesse fatto gridare allo scandalo la supercompassata Kate in piena crisi “Dietrologica” per quella camicia bianca con cui Meghan era apparsa agli Invictus Games per la prima uscita ufficiale con Harry. Una camicia modello “The Husband”, il marito. Disdicevole urlarlo così davanti a tutti?. I jeans poi erano di marca canadese e i più informati blogger di moda avevano pronosticato che l’impronta nordamericana avrebbe, orrore, contraddistinto le scelte stilistiche dell’attrice che in Canada, appunto, ha vissuto sei anni durante le riprese di Suits.
Ora il paltò bianco, anche questo, per la verità di marca canadese. E sotto? sotto, ben esibito durante l’intervista alla BBC, un vestito di marca italiana, un tubino smanicato di lana doppia stretch verde, il colore che indossa “Chi di sua beltà di fida” come dicevano le nonne.
Alla Parosh, marchio specializzato in modelli ispirati al vintage sono ancora increduli. “Dopo aver provato a offrire vestiti ad alcune famiglie importanti, tra cui la famiglia Obama”, ci dicono, “abbiamo smesso perchè di solito vengono gentilmente restituiti al mittente. Quando abbiamo visto che Meghan Markle ha usato il nostro abito siamo rimasti molto stupiti. Per di più nessun nostro negozio ha segnalato la vendita quindi pensiamo proprio se lo sia comprato da sola on line”. Come una ragazza normale insomma, spazzando via, per giunta, anni di sbiaditi pastello targati Kate Middleton. Ora ovviamente è scattato il toto stilista per le nozze. Mentre il tubino è ufficialmente diventato il modello “Meghan”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Una risposta a “Sotto il vestito, Meghan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *